Allenarsi all’aria aperta: quale sport scegliere?

Allenarsi all'aria aperta

Con l’arrivo della bella stagione allenarsi all’aria aperta diventa quasi un obbligo. Via dalle palestre, via dai luoghi chiusi (e puzzolenti)! Andare ad allenarsi al parco o, se hai la fortuna di averli vicino casa, in un bosco o in spiaggia è la scelta migliore non solo per il corpo ma anche per la mente.

L’allenamento all’aria aperta è molto richiesto anche da chi frequenta le palestre durante l’inverno, infatti in molte con l’arrivo della primavera organizzano corsi nei parchi e negli stabilimenti balneari.

Benefici dell’allenamento outdoor

Passiamo gran parte del nostro tempo in luoghi chiusi, quando arriva il bel tempo una boccata d’aria fa bene! Allenamento all’aria aperta ha numerosi vantaggi: prima di tutto la natura è il miglior antistress che abbiamo a disposizione, in secondo luogo mentre ci si allena non si respira aria viziata come nelle palestre e nei centri e, molto importante, assumiamo direttamente dal sole la vitamina D che è utile per rafforzare il sistema immunitario e accelera il metabolismo.

Ricordo quando lavoravo in un centro yoga, tra una lezione e l’altra aprivano la finestra per cambiare l’aria, peccato che fosse in una palazzina al primo piano su una strada trafficata!

Quando in primavera organizzavo le lezioni al parco, notavo un netto cambiamento nelle mie ragazze. Erano più serene, motivate, facevano lezione con più piacere e, soprattutto nelle lezioni di fine giornata, erano rilassatissime.

Ovviamente questi benefici non si ottengono solo con attività come yoga e pilates, anche la semplice corsa avrà un effetto migliore sull’umore se fatta al parco o in spiaggia piuttosto che su un tapis roulant.

Allenarsi all'aria aperta che sport fare

Allenarsi all’aria aperta. Quale disciplina praticare?

Se non vuoi praticare qualche disciplina particolare puoi allenarti con la camminata veloce. Puoi cominciare con una passeggiata di una ventina di minuti/mezz’ora, poi puoi aumentare il tempo e quindi i km percorsi solo se senti che puoi fare di più. Mai sforzarti troppo o darti dei tempi e percorsi troppo pesanti, non c’è fretta, goditi la passeggiata in mezzo al verde mantenendo però un ritmo costante che puoi monitorare con un app sullo smartphone.

Ricordi che tempo fa ti ho parlato dell’home fitness? Puoi fare lo stesso allenamento anche all’aperto. Gli attrezzi che servono sono tappetino e, se lo prevede il programma, bande elastiche e pesetti molto leggeri, tutti facilmente trasportabili. Se temi di non ricordare gli esercizi puoi utilizzare una delle tante app per smartphone oppure i video corsi su youtube che ti ho segnalato nel post come allenarsi a casa.

Credo che ormai in tutte le città le palestre e i centri offrano corsi all’aperto e probabilmente anche nella tua ci saranno corsi di aerobica, stretching, yoga, pilates ma anche tai chi e arti marziali.

Non è necessario però iscriversi ai corsi, se già pratichi una qualsiasi disciplina da tempo puoi allenarti anche da sola. In diverse città hanno organizzato delle zone fitness nei parchi principali ma, in caso non ci fossero, puoi allenarti benissimo anche sfruttando scale, muretti e panchine come fossero attrezzi.

Benefici nell'allenamento outdoor

Un’altra attività da fare all’aperto sono i 5 tibetani. Discipline come lo stretching, lo yoga, il pilates e i 5 tibetani, magari concludendo la sessione con una meditazione, se fatte all’aperto hanno una marcia in più. Sentirai chiaramente scorrere un’energia diversa che ricarica e calma allo stesso tempo.

Cosa serve per allenarsi all’aperto?

Voglia di farlo! Scherzi a parte, la prima volta forse ti sembrerà un po’ strano allenarsi all’aria aperta, ti sentirai gli occhi di tutti puntati addosso, ma col tempo diventerà un’abitudine irrinunciabile. Se preferisci la camminata veloce o la corsa, quello che posso consigliarti, a parte scegliere un percorso libero da buche e radici di alberi troppo esposte, è di scegliere delle scarpe adatte. A causa del terreno non perfettamente piano, le scarpe da utilizzare all’esterno devono avere protezioni efficaci sia per i talloni che per le caviglie. Non è necessario spendere grosse cifre, puoi trovarne di molto buone a poco prezzo da Decathlon.

Last Updated on

6 pensieri su “Allenarsi all’aria aperta: quale sport scegliere?”

  1. Un post entusiasmante, specialmente quando consigli di abbinare i 5 tibetani alla meditazione! 🙂
    Li conosco bene e so quanto siano efficaci anche se non li pratico da un po’ di tempo. Quando il tempo lo permette esco fuori a camminare, un’attività che amo, altrimenti ho ripreso a praticare yoga in casa. 😉

    1. sì, anch’io dovrei ricominciare con i 5 tibetani! come te amo camminare e ho la fortuna di avere il parco vicino casa molto carino e poco frequentato, c’è un albero bellissimo perfetto per fare yoga e meditazione 🙂

  2. Ora che arriva la bella stagione andare a camminare, correte ed allenarmi nel mio parco vicino casa mi mette allegria. L’abbigliamento giusto io l’ho comprato tutto da Decathlon e mi son sempre trovata benissimo.

  3. Io molte volte faccio esercizi e yoga a casa, ma con la bella stagione non c’è niente di meglio che andare fuori e fare un po’ di esercizi. Io faccio un po’ di bicicletta o camminata veloce e poi esercizi con elastici e pesetti per gambe, glutei e braccia. Qualche volta manca il tempo, ma se si vuole si riesce a trovare!

  4. Io faccio parte della categoria camminata. In teoria veloce ma in pratica non saprei. Diciamo che in due ore faccio 12/13 km. Con l’arrivo delle belle giornate riesco anche tutti i giorni invece quando devo farlo in inverno su un runner non riesco proprio. Duro si e no un paio di giorni e poi comincio ad essere incostante. Allenarsi all’aria aperta non ha eguali!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!