Come togliere lo smalto per unghie senza usare il solvente

come togliere lo smalto senza solvente

E’ capitato a tutte di avere la manicure sciupata e di aver finito il solvente per unghie, si può togliere lo smalto utilizzando cose che abbiamo in casa? La risposta – per fortuna – è SI’!

Ho scelto alcuni fra i metodi più gettonati perchè servono ingredienti che senz’altro troverai in cucina e, in un momento di panico da smalto sbeccato, ho immaginato fossero i più pratici. Altri metodi li ho inseriti perchè sono molto semplici e, chissà, magari l’ingrediente principale tu ce l’hai. Ad esempio…

Togliere lo smalto per unghie con i liquori bianchi

La voldka e il gin non servono solo per fare dei cocktail, essendo liquori bianchi ad alta gradazione possono anche togliere lo smalto.

Sono in grado di sciogliere lo smalto in pochi minuti, basta avere una ciotolina dove lasciare “in ammollo” le unghie per una decina di minuti. La durata dell’immersione dipende dal tipo di smalto: per uno smalto trasparente serviranno pochi minuti, per uno scuro direi che 10/15 minuti possono essere sufficienti.

Ovviamente anche con l‘alcool isopropilico (non quello rosa per le pulizie! Va bene anche quello per alimenti) si ottiene lo stesso effetto, ha una gradazione altissima e addirittura dovrebbe funzionare meglio del liquori. Attenzione però perchè l’alcool secca moltissimo quindi, se scegli questo metodo, usa una crema mani molto ricca e un olio o crema per cuticole da applicare subito dopo.

togliere lo smalto con il limone

Togliere lo smalto con il limone

Uno dei metodi più conosciuti per togliere lo smalto in mancanza di solvente è il limone. Ci sono diverse versioni che hanno come ingrediente di base il limone sia in fette, quindi serve il frutto, che in succo, in questo caso vanno bene anche le bottigliette di succo di limone.

Fette di limone

Immergi le dita in una ciotola con acqua calda per qualche minuto. Le fette di limone le andrai poi a sfregare sulle unghie come il batuffolo di cotone imbevuto di solvente che usi di solito.

Il limone oltre ad aiutarti a togliere lo smalto, ha proprietà sbiancanti ed è ottimo per rafforzare le unghie. Tieni presente che in ogni caso è un acido quindi tende a seccare, dopo applica un olio o una crema per cuticole.

Succo di limone e aceto bianco

Per questo metodo bisogna procurarsi una ciotola dove farai una miscela di succo di limone e aceto bianco in parti uguali, dei dischetti di cotone e una ciotola dove metterai acqua calda. Per questo metodo non serve strofinare. Taglia i dischetti di cotone in quattro così da ottenere degli spicchi, uno per unghia, che poi metterai a bagno nella ciotola che contiene la miscela limone/aceto. Mentre gli spicchi di cotone si stanno impregnando, metti le dita dentro la ciotola di acqua calda, basterà qualche minuto. Successivamente appoggia su ogni unghia un pezzetto di cotone, puoi anche aiutarti avvolgendo la punta del dito con la stagnola, e lascia in posa qualche minuto. Anche in questo caso il tempo di attesa dipende dalla qualità dello smalto. Se rimangono dei residui, pulisci l’unghia con un batuffolo di cotone imbevuto di limone e aceto, sciacqua le mani e idrata con una crema.

Acqua ossigenata e lima per unghie

Il perossido di idrogeno, comunemente chiamato acqua ossigenata, ha più o meno le stesse caratteristiche dell’alcool bianco ad alta gradazione. Per questo metodo ti servirà una ciotola dove combinerai due parti di acqua ossigenata e una di acqua dove immergerai le dita per qualche minuto.

Dovrebbe già essere sufficiente sfregare l’unghia con un bastoncino per cuticole (o con l’unghia dell’altra mano) per eliminare una grossa parte di smalto. Nel caso non riuscissi a toglierlo del tutto, asciuga l’unghia e passa una lima o un buffer per togliere lo smalto rimasto.

Dentifricio e bicarbonato

Togliere lo smalto con dentifricio e bicarbonato è molto semplice: prima rendi fragile lo smalto immergendo le dita in acqua calda e sapone per qualche minuto. Con un batuffolo di cotone prendi un po’ di dentifricio miscelato con un po’ di bicarbonato e tieni in posa sulle unghie per una trentina di secondi. Per rimuovere lo smalto basterà strofinare con movimenti circolari: il dentifricio avrà ammorbidito lo smalto e il bicarbonato lo gratterà via. Non ho provato quindi ti riporto la notizia così come mi è arrivata, se vuoi verifica e torna per confermare o smentire: se il dentifricio è sbiancante il procedimento sarà più efficace e veloce.

Togliere lo smalto per unghie…. con lo smalto

Esatto, lo smalto per unghie, possibilmente non quello ad asciugatura veloce, è il rimedio per togliere lo smalto vecchio e sbeccato. Per questo metodo serviranno fogli di scottex o tovaglioli di carta, se usi il cotone si potrebbe sfilacciare e appiccicare creando un bel caos. Quello che devi fare è applicarlo esattamente sopra allo smalto da togliere. I solventi contenuti nello smalto fresco andranno a sciogliere quello vecchio e, passando subito il tovagliolo di carta, riuscirai a ripulire l’unghia. E’ un’operazione da fare un dito alla volta, lo smalto non dovrà asciugarsi quindi dovrai passare il tovagliolo immediatamente dopo.

Se rimangono dei residui puoi provare uno degli altri metodi, soprattutto quello che segue.

togliere lo smalto senza usare il solvente olio di oliva

Olio di oliva

Questo metodo oltre a rimuovere lo smalto, ha la capacità di rafforzare le unghie. L’olio di oliva è un rimedio naturale per unghie fragili che si sfaldano facilmente, è infatti ottimo come impacco da fare una volta a settimana per rinforzarle e di idratarle. Per togliere lo smalto con l’olio di oliva ti serviranno dei dischetti di cotone imbevuti di olio di oliva che lascerai in posa sulle unghie almeno 5 minuti, dipende dalla qualità dello smalto. Una volta che li andrai a rimuovere lo smalto sarà sparito.

Se con gli altri metodi lo smalto non sarà andato via del tutto, prova a “rifinire il lavoro” con l’olio di oliva così, nel frattempo, farai anche una maschera di bellezza per unghie e cuticole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.