Come usare gli oli essenziali

Come usare gli oli essenziali

Grazie alle loro proprietà, da qualche anno gli oli essenziali sono tornati ad essere protagonisti nei prodotti per la skin care. A volte troviamo oli essenziali anche nei prodotti per capelli, ma il loro utilizzo non si limita certo a questo.

Gli oli essenziali sono pregiatissime miscele ricavate da piante, fiori e radici custodite in piccole bottigliette scure per preservarli dalla luce.

Oli essenziali proprietà

Le proprietà terapeutiche degli oli essenziali sono note fin dall’antichità.

Secoli fa, grazie alle loro proprietà curative, gli oli essenziali venivano utilizzati per preparare unguenti e medicazioni. Ma anche l’aromaterapia ha origini antichissime. I nostri avi infatti utilizzavano gli oli essenziali per riequilibrare l’umore e per dare pace agli animi un po’ turbolenti o, al contrario, per dare energia, inoltre venivano utilizzati nei riti religiosi.

Con l’arrivo del movimento new age sono stati riscoperti e, insieme ad altre tecniche naturali, sono stati riproposti come una delle soluzioni per ritrovare l’equilibrio.

L’olio essenziale si ricava dalla pianta principalmente nei seguenti modi:

  • spremitura a freddo
  • distillazione a corrente di vapore
  • enfleurage, l’antichissima tecnica per ottenere le essenze dai fiori
  • con uso di solventi (che poi vengono rimossi)
come usare gli oli essenziali nei prodotti beauty

Cosa sono gli oli essenziali

Gli oli essenziali, o oli eterici, in realtà non sono veri e propri oli, hanno una struttura molecolare molto diversa dagli oli vegetali che conosciamo e usiamo abitualmente. La loro composizione è molto complessa e rappresenta la parte più nobile della pianta. Per questo sono molto pregiati e una bottiglietta da 10 ml di olio essenziale “buono” ha un costo piuttosto elevato rispetto alla quantità di prodotto. Possono essere miscelati in olio, creme e alcool, quindi perfetti per essere aggiunti nei prodotti cosmetici e curativi.

I modi per utilizzare gli oli essenziali sono molteplici, vediamone alcuni:

Come usare gli oli essenziali nei cosmetici

come usare gli oli essenziali

Nei cosmetici naturali troviamo molto spesso gli oli essenziali per le loro proprietà antibatteriche, antibiotiche e anti infiammatorie. Di norma i prodotti già confezionati ne contengo una quantità perfettamente dosata e, a meno che non si sia allergici a quel particolare olio essenziale, non causano problemi.

Utilizzati nei prodotti cosmetici DIY o per potenziare una crema o un olio un po’ poveri di attivi, bisogna necessariamente scegliere oli essenziali di buona qualità. Considerando che hanno un peso molecolare bassissimo, penetrano in profondità ed entrano in circolo in soli 20 minuti, serviranno poi dalle 6 alle 12 ore per smaltirli. Quindi meglio evitarne l’uso la sera se al mattino seguente si dovranno fare esami del sangue. Essendo sostanze naturali non è escluso che possano dare problemi di allergia, quindi è consigliato fare una prova allergica prima di utilizzarli.

Grazie però a questa capacità di penetrazione profonda attraverso la pelle, aggiungendoli ai fanghi anti cellulite o miscelati in creme corpo, si otterranno dei prodotti molto efficaci. Qui puoi trovare un ottimo fango anti cellulite e la lista di alcuni oli essenziali perfetti per la ritenzione idrica, la circolazione sanguigna e i ristagni di liquidi. Gli stessi oli, sempre in quantità 10/15 gocce ogni 50 ml di prodotto, puoi utilizzarli per trasformare una semplice crema idratante per il corpo in un efficace crema anti cellulite o drenante. Per questo scopo, l’olio essenziale di arancio amaro è eccellente.

Quali oli essenziali utilizzare in casa

Gli oli essenziali sono molto adatti per profumare la casa ma non si limitano a questo, oltre a rendere la casa più accogliente, possono eliminare batteri e cattivi odori.

I gusti sono personali, non esistono oli essenziali non adatti a questo scopo, ma considerando che agiscono anche sull’umore e sulla psiche, qualche accortezza è meglio averla.

Gli oli essenziali ricavati dagli agrumi hanno un effetto energizzante, meglio non utilizzarli per la camera da letto, perfetti invece nell’ingresso o in cucina.

In camera da letto o nel bagno puoi utilizzare la lavanda (molto rilassante anche aggiunta al bagno prima di andare a dormire) o la camomilla blu, in salotto puoi scegliere i legni o le spezie o i fiori, ognuno ha un effetto diverso e dipende dall’umore del momento. Se invece devi concentrarti su un lavoro o studiare, gli oli essenziali più adatti sono arancia amara o gelsomino.

Queste sono solo alcune indicazioni, gli oli essenziali sono davvero tanti e ognuno ha molte proprietà ed indicazioni sull’uso, puoi scaricare qui l’utilissimo pdf della tabella degli oli essenziali di indiaworldstore.com

diffusore aromaterapia

Come usare gli oli essenziali per aromaterapia

Sia per profumare la casa, sia se vuoi fare una seduta anche casalinga di aromaterapia o utilizzarli durante la meditazione o mentre fai yoga o pilates, esistono dei diffusori per oli essenziali di varia grandezza. La differenza sostanzialmente sta nella durata della diffusione, alcuni arrivano anche a 12 ore.

Senz’altro il più comodo è il diffusore elettrico per oli essenziali. Ne vendono di tutte le fogge, dal più classico al più moderno, e l’utilizzo è spesso associato alla cromoterapia cioè il diffusore emana anche luci colorate.

L’olio essenziale utilizzato per questi diffusori di solito è in soluzione, attenzione a non usarli puri perchè tendono ad agglomerarsi e la diffusione non sarà efficiente. L’olio essenziale non miscelandosi all’acqua necessita di un agente disperdente quindi è senz’altro più comodo acquistare oli già pronti e adatti a questo scopo. Lo stesso discorso vale anche se si utilizzano diffusori a candela o umidificatori.

Esistono anche bruciatori di oli essenziali ma il calore tende a modificarne il profumo e, di conseguenza, le proprietà.

Dove acquistare gli oli essenziali

dove acquistare gli oli essenziali

Gli oli essenziali sono venduti in erboristeria, nei negozi biologici e anche on line. La scelta però dipende dall’uso che ne devi fare.

Se li vuoi utilizzare per crearti creme, lozioni o fanghi, ricorda il discorso fatto precedentemente: gli oli essenziali entrano in circolo. Quello che sento di raccomandarti è di fare molta attenzione alla qualità quindi se li compri on line, il sito deve essere molto affidabile.

Di solito quelli acquistati in erboristeria sono ottimi, lo vedi già dal prezzo che varia in base all’olio scelto, ce ne sono alcuni molto pregiati. Per uso cosmetico o curativo questi oli sono perfetti.

Se invece vuoi utilizzarli solo per profumare la casa, puoi senz’altro acquistare quelli proposti dalle aziende che vendono i diffusori. Il solito Amazon è piuttosto fornito e vende anche dei set con i principali oli essenziali come lavanda, camomilla, tea tree ecc. e ha un’ampia scelta di diffusori per ambiente.

Last Updated on

Un pensiero su “Come usare gli oli essenziali”

  1. Ho scoperto gli oli essenziali da pochissimo, quindi sono ultra felice di essere qui ed approfondire l’argomento.. un articolo a me molto utile, grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!