I siliconi nei cosmetici fanno male davvero?

C’è stato un periodo in cui i brand che utilizzano i siliconi nei propri cosmetici se la sono vista davvero brutta. Crollo improvviso delle vendite e, spesso, denigrazione da parte di influencer e beauty guru delicati quanto un rinoceronte in corsa. Ovunque andavi – blog, forum, youtube e facebook – trovavi qualcuno che ne parlava (male) ma spesso per sentito dire, senza una vera informazione. I commenti che seguivano, e che purtroppo ogni tanto ancora oggi leggo, andavano da “i siliconi nei cosmetici sono gli stessi che usano gli idraulici per sigillare il box doccia” oppure “i siliconi dei cosmetici provocano il cancro”.

Parliamone…

Malgrado siano passati anni ancora c’è confusione su cosa siano realmente i siliconi e su quale sia il reale danno su pelle e capelli.

Quali sono i siliconi realmente nocivi?

In primo luogo facciamo chiarezza: in cosmetica non si usano i siliconi che si trovano dal ferramenta. I siliconi utilizzati nei cosmetici sono diversi e li puoi trovare molto facilmente nei primer viso, nelle creme dall’effetto seta, all’interno di shampoo e balsamo, fondotinta e nei solari.

Ma siliconi come il dimethicone, amodimethicone, cyclomethicone, cyclopentasiloxane non possono essere considerati dannosi per la salute. Piuttosto creano un film idrorepellente che forma una barriera contro gli agenti esterni, ad esempio nei solari viene utilizzato perchè rende il prodotto resistente all’acqua di mare o della piscina. Grazie a questo effetto barriera, questi siliconi vengono impiegati in alcune preparazioni mediche per proteggere la pelle dalle piaghe da decubito e irritazione dovuta a pannolini.

creme viso senza siliconi

Questi siliconi quindi non sono pericolosi in quanto tali, danno immediatamente un aspetto migliore a pelle e capelli ma attenzione! Il danno reale si avrà nel tempo perchè creando una pellicola dall’effetto parzialmente occlusivo, la traspirazione viene ostacolata. Stratificandosi sull’epidermide può favorire la comparsa di imperfezioni, ecco perchè è necessario struccarsi con cura ogni giorno e fare scrub regolarmente.

Lo stesso effetto patina sul cuoio capelluto invece crea una diminuzione del volume e aumenta la secrezione di sebo, quindi i capelli vanno lavati più spesso, cosa molto conveniente per i brand di prodotti per capelli visto che si consumeranno più in fretta.

Anche per liberare il cuoio capelluto si può fare uno scrub ogni tanto. Esistono degli scrub già pronti ma è molto semplice crearli anche da sole, la ricetta è facilissima:

  • 2 cucchiai di zucchero.
  • 4 cucchiai di balsamo se la cute è grassa, oppure olio (mandorle o jojoba) se la cute è secca o se si soffre di dermatite

facoltativi:

  • 3 gocce di olio essenziale di tea tree o lavanda per regolare il sebo, rosmarino per rinforzare i capelli o uno a piacere per profumare i capelli
  • un cucchiaino di miele che idrata ed elimina il crespo

Quali sono i siliconi da evitare?

Due sono i siliconi davvero da evitare: il D4 (ottametilciclotetrasilossano) e il D5 (decametilciclopentasilossano).

Il D4 e D5 sono sostanza prive di colore e odore che vengono aggiunte nei cosmetici per dare una consistenza piacevole rendendola più liscia e setosa. Qualità piuttosto ricercate in una crema viso o corpo. Questi due siliconi sono stati studiati approfonditamente e, malgrado abbiano riscontrato una tossicità riproduttiva su alcuni animali, non hanno ancora riscontrato pericolosità evidenti per l’uomo.

siliconi nei cosmetici

Quali sono quindi i danni procurati dal D4 e D5?

Se non sono state riscontrate pericolosità degne di nota per l’uomo, qual è il problema allarmante allora? Il D4 e D5 sono altamente nocivi per l’ambiente, in particolare per la vita acquatica. Ma non solo, essendo altamente volatili, sono stati rilevati nell’aria livelli preoccupanti di queste due sostanze. Anche se ancora non si conoscono gli effetti sulla salute di chi li respira, si è deciso di limitare drasticamente la percentuale concessa all’interno dei prodotti abbassandola allo 0,1%.

L’European Chemicals Agency ha difatti annunciato che dal 31 gennaio 2020 il D4 e D5 non si potranno più utilizzare in percentuali maggiori dello 0,1%, in pratica significa che verranno aboliti in quanto è una percentuale così bassa da renderne inutile l’utilizzo. Per svolgere la loro funzione infatti la percentuale deve essere molto più alta.

Inizialmente questa nuova regola sarà applicata per i prodotti a risciacquo, chiamati anche wash off, ma rimarranno nei solari spray e nei deodoranti, nel frattempo però gli effetti del D4 e D5 verranno studiati più approfonditamente e in seguito ci sarà un aggiornamento. Pensiero personale: se già ora sono preoccupati per la presenza di queste sostanze nell’aria, immagino che tutti i prodotti spray contenenti questi siliconi verranno presto vietati.

shampoo senza siliconi

Come si riconoscono i siliconi nei cosmetici?

Se leggi l’INCI, l’elenco degli ingredienti che trovi nell’etichetta o sulla confezione del prodotto, potrai notare alcuni nomi strani. Gli ingredienti naturali di solito hanno dei nomi latini, i siliconi comunemente utilizzati in cosmetica hanno il suffisso -silanoil, -xiloxane e -thicone.

I più volatili li puoi trovare nei prodotti per capelli (cyclopentasiloxane, cyclomethicone e cyclohexasiloxane), mentre quelli più pesanti nei prodotti da utilizzare sul viso e corpo (dimethicone copolyol, dimethicone, dimethiconol, cetyl dimethicone ecc.)

L’INCI è obbligatorio per legge e gli ingredienti sono scritti in ordine di percentuale: il primo sarà presente in percentuale maggiore rispetto all’ultimo ingrediente. Se come secondo ingrediente c’è il dimethicone, posa la confezione sullo scaffale anche se la crema promette meraviglie.

Perchè è meglio scegliere cosmetici naturali

L’effetto immediatamente visibile dei cosmetici che presentano siliconi all’interno della loro formulazione è un’illusione. Alla lunga le pelli trattate con prodotti siliconici diventano secche, sensibilizzate, spente e più bisognose di cure.

I prodotti naturali non hanno un effetto così immediato, puoi sicuramente notare che l’idratazione è migliore (perchè reale) ma necessitano di un po’ di tempo e questo vale anche per i prodotti per capelli.

Cosa fare quindi?

Direi prima di tutto di andare in bagno a controllare l’INCI dei prodotti che si utilizzano di solito.

Non ti dico di buttare tutto ma la prossima volta che dovrai acquistare una crema viso, un idratante per il corpo o shampoo e balsamo, scegli dei prodotti naturali. Utilizzando prodotti privi di siliconi noterai una differenza sostanziale della pelle che apparirà più idratata, sana e luminosa.

Scegliere i prodotti naturali per la skin care giornaliera non è difficile, ci sono moltissimi brand con prodotti ottimi e per tutte le tasche.

Evitando i siliconi farai un piacere alla tua pelle, ai tuoi capelli e anche all’ambiente.

Last Updated on

6 pensieri su “I siliconi nei cosmetici fanno male davvero?”

  1. Al 100% d’accordo con te! Sono sempre stata informata di questo e scelgo sempre (e faccio scegliere – spero – anche ai miei conoscenti e parenti) prodotti naturali senza siliconi, proprio per i motivi che hai elencato prima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!