Le vibrazioni benefiche della musica a 432 hz

musica a 432 hz

Hai già sentito parlare delle vibrazioni benefiche della musica a 432 hz?

Oggi ti voglio parlare di qualcosa di diverso dal solito: la musica con una frequenza regolata a 432 hz e del suo potere benefico.

Tutto intorno a noi è frequenza e vibrazione, è facile quindi comprendere l’importanza del suono. La frequenza a 432 hz è in grado di modificare lo stato emozionale ed è utilizzata anche a scopo terapeutico.

Il potere della musica

La musica per natura ha un potere straordinario. Può può intristirti, commuoverti, darti allegria, spensieratezza e anche farti riflettere.

La musica è emozione

ascoltare la musica a 432 hz

Se la utilizzi durante la meditazione o, ancora meglio, se mentre mediti ascolti musica dal vivo prodotta da strumenti come l’hang, il didgeridoo oppure percussioni come il tabla, potrai vivere un’esperienza straordinaria.

Purtroppo tutti i dispositivi in commercio e la maggior parte della musica che ascoltiamo, sono intonate ad una frequenza di 440 hz, frequenza che è stata adottata come standard dall’ISO (Organizzazione internazionale per la Normazione) nel 1955. Già nel 1881 Giuseppe Verdi si battè per portare l’accordatura alla frequenza di 432 hz ma se per lui era solo una questione puramente musicale, Richard Huisken andò oltre.

La frequenza a 432 hz è collegata al chakra del cuore, quella a 440 hz al chakra del cervello.

Huisken (e non solo lui) lo lesse più che altro come un volere il controllo mentale sul popolo. Il primo tentativo di rendere universale l’accordatura a 440 hz fu attuato dal Ministro della propaganda nazista Joseph Goebbels. La musica di Wagner, ascoltata moltissimo negli ambienti nazisti e accordata a questa frequenza, secondo gli studi effettuati alla fondazione Rotschild/Rockfeller, era in grado di  incitare violenza tra i soldati tedeschi e austriaci. E russi… neanche a dirlo. Anche loro, ovviamente, hanno adottato l’accordatura a 440 hz per le bande militari.

Perchè Mozart, Verdi e successivamente i Pink Floyd scelsero la frequenza a 432 hz

La frequenza 432 hz è in armonia con quella della terra che è 8 hz. Per sua natura il suono entra in risonanza con i corpi circostanti, un esempio che ci facevano anche alle elementari è l’esperimento dei due diapason: se ne fai vibrare uno, poco dopo vibra anche l’altro.

Tutto quello che ci circonda si comporta allo stesso modo, compresi i nostri organi e le nostre emozioni (anch’esse hanno una vibrazione) infatti questa frequenza è utilizzata anche a scopo terapeutico.

Si racconta che anche Beethoven, malgrado la sua sordità, si accorgeva se il pianoforte era accordato o meno alla frequenza di 432 hz perchè avvertiva la frequenza con quello che è il nostro grande apparato uditivo: il corpo.

Ogni nostro organo interno vibra ad una frequenza propria. Quando è malato (frequenza disarmonica) ed entra in risonanza con una frequenza armonica, gradualmente si normalizza tornando alla frequenza originaria.

La musica a 432 hz ha un potere riequilibrante per il corpo, ma anche sulle emozioni ha lo stesso effetto. Fra i sostenitori di questa frequenza troviamo sia autori del passato come Mozart e Verdi, che autori e artisti più recenti come Pavarotti, Placido Domingo, i Pink Floyd e Mick Jagger.

Da questo si capisce come mai Huisken pensò alla manipolazione mentale. Una frequenza disarmonica è in grado di creare non solo violenza come nel caso dei soldati austriaci, tedeschi e russi, ma anche depressione, senso di inadeguatezza, profonda tristezza e, si sa, una persona in queste condizioni è facilmente manipolabile

musica a 432 hz

Musica a 432 hz contro lo stress

Gli effetti di questa frequenza sono molto benefici e ce ne sono altre che hanno altrettante qualità, ma all’orecchio la musica a 432 hz appare più piacevole.

Anni fa è stato fatto un esperimento: ad un campione di persone sono stati fatti ascoltare due concerti identici, uno con gli strumenti accordati a 440 hz e l’altro a 432 hz. 9 su 10 hanno dichiarato che preferivano il secondo ma non si spiegavano per quale motivo.

Come vedi, la musica rilassante che puoi ascoltare ovunque non è sufficiente, può dare una mano ma non vibra alle giuste frequenze.

Se vuoi aiutarti con la musica per affrontare lo stress quotidiano, un periodo poco piacevole, se non stai bene e non ti senti in forma oppure se solamente stai cercando un sottofondo musicale per le tue meditazioni o per avere buone energie in te e nella tua casa, cerca una musica alla frequenza di 432 hz.

Tra i vari autori preferisco i Pink Floyd, ho un amore infinito per David Gilmour, ma perchè no, a te potrebbero piacere i Rolling Stones!

You Might Also Like

54 Comments

  1. cristiana

    Non sono particolarmente appassionata di musica e non avevo mai sentito parlare di frequenza nell’ accordare gli strumenti. domani come prima cosa cercherò musiche a 432hz.

    1. Stefania Gatta

      prova a metterla come sottofondo quando fai altro 😉

  2. Roberto Forcina

    Mamma mia quante cose si scoprono. Quando sono qui davanti, ok si “metto” la musica per rilassarmi, concentrarmi o solamente per ascoltarla ma mi sa che dopo questo articolo farò attenzione!

    1. Stefania Gatta

      la frequenza 440hz in certi generi musicali è devastante, si vede a occhio che c’è qualcosa che non va. se si è tristi e si ascolta goth rock viene voglia di tagliarsi le vene 😀 😀 però se si cerca relax e un aiuto per la concentrazione, alcuni generi e alcuni autori sono rilassanti ugualmente anche se non suonano alla frequenza a 432 hz.

  3. Maria Domenica

    Ciao 🙂 interessante articolo sulla musica e sul suo “potere”. In particolare sono rimasta colpita dalla teoria di Huisken e dal concetto di frequenza disarmonica in grado di creare o stati di tristezza, depressione ed inadeguatezza.
    Maria Domenica

    1. Stefania Gatta

      Huisken l’ha vista giusta. qualcuno parla di complotto, in quel periodo russi e tedeschi si sono battuti per i 440 hz perchè sapevano benissimo gli effetti sui militari ma anche sulle persone. quando si vuole avere potere, si fa di tutto

  4. Viola G.

    Grazie per queste informazioni utili, il potere della musica è davvero fortissimo. Proverò anche io ad ascoltare musica a 432hz!

    1. Stefania Gatta

      prova ad ascoltarla nei momenti di stress, poi mi dirai 😉

  5. Daniela M

    Grazie al tuo articolo ho scoperto tante cose interessanti che non conoscevo. Anch’io trovo fastidiose le cuffie, infatti non le uso mai.

    1. Stefania Gatta

      fastidiosissime! anche le più comode e leggere mi danno noia

  6. Sara

    Io uso la musica classica di sottofondo mentre lavoro agli articoli, mi rilassa e non mi distrae. Non conoscevo tutti i dettagli ma la musica è un mondo fantastico.

    1. Stefania Gatta

      fai benissimo ad ascoltarla mentre scrivi, prova anche i suoni della natura

  7. Anna

    Mi piace molto ascoltare musica rilassante, pianoforte, suoni della natura. Anche io credo molto nel potere della musica, riesce a calmarmi quando sono nervosa, a rilassarmi se sono stressata… ma non sapevo nulla riguardo la frequenza 432hz. Proverò a cercare!

    1. Stefania Gatta

      su youtube ho trovato diversi canali, alcuni non mi piacciono ma altri sono ottimi

  8. sara

    Io amo sentire la musica quando sono al pc ma la metto per rilassarmi non sapevp di queste cose.

  9. Sabina Samogin

    Che scoperta interessante non sapevo di ascoltare Mozart a 432 hz, e nemmeno i Pink Floyd che ascolto molto più spesso. P.S. anche io ho un amore infinito per David Gilmour… e anche per Roger Waters

  10. greta

    Ma sai che non sapevo nulla i questo discorso sulla frequenza della musica….. mi piace ascoltarla ma sinceramente tante cose che hai spiegato tu ora non le avevo mai notate….

    1. Stefania Gatta

      se ne parla poco infatti, molto spesso anche male perchè viene scambiata per una delle tante stupidate new age ma non è proprio così 🙂

  11. Red Kedi

    Non conoscevo questa frequenza ma anche a me da i nervi quando non si sentono bene le canzoni. Mi infastidiscono in modo terrificante!

    1. Stefania Gatta

      vero? è a dir poco irritante infatti 😀

  12. Simona

    ma penso che in pochissimi sappiano tutte queste cose sulla musica…. forse i veri appassionati, i veri cultori…. mi hai fatto scoprire un nuovo mondo….

    1. Stefania Gatta

      sicuramente chi non si interessa di questo genere di cose o chi non fa parte dell’ambiente musicale è difficile che sia informato sulle frequenze, però istintivamente andiamo ugualmente verso una frequenza che ci risuona più di altre. come quando si dice che “a pelle” qualcosa o qualcuno ti piace o non ti piace insomma

  13. Rita Amico

    Sapevo degli effetti benefici della musica, ma non nei dettagli. Di solito io ascolto la musica mentre lavoro al pc, mi rilassa e mi ispira. Oggi ne so qualcosa in più.

  14. Sara

    Che scoperta interessante!
    Non conosco molto la musica e mai avrei immaginato che questo tipo di musica potesse avere tutte queste proprietà benefiche. Davvero una bella curiosità!

    1. Stefania Gatta

      sono infinite le proprietà della musica! 🙂

  15. sheila

    è davvero importante utilizzare lo strumento giusto per poter apprezzare la musica nella sua infinita bellezza

    1. Stefania Gatta

      davvero, non c’è niente di più irritante di ascoltare musica da un dispositivo scarso 🙂

  16. Silvia Faenza

    Adoro la musica classica e anche i Pink Floyd! Però non essendo un esperta nel campo della musica non avevo idea di come le frequenza potessero fare la differenza. Un post formativo e interessante.

  17. Valentina

    Il potere della musica su di noi è un qualcosa che continua sempre a stregarmi! Leggendo il tuo post, ho imparato tante nuove cose interessanti, che prima ignoravo. Davvero un bellissimo articolo! 🙂

  18. Martina Bressan

    Articolo molto molto interessante. Non ti nascondo che io non ci capisco quasi nulla di musica, quindi l’ho letto con molta calma e tranquillità e ho scoperto un sacco di cose nuove e interessanti. Non sapevo assolutamente che la musica di Mozart, Pavarotti e i Pink Floyd fosse a 432 hz. Ogni tanto scrivo con la musica di sottofondo ora farò più attenzione a questo particolare..

  19. Manuela

    Uso spesso la musica come sottofondo,quando ero incinta gli facevo ascoltare Battisti e sembrava apprezzare,avevo un’ondata di tranquillità e benessere ….la musica haun potere magico…

    1. Stefania Gatta

      hai fatto benissimo a fargli ascoltare la musica, anche se sono ancora nel pancione i bambini apprezzano tantissimo!

  20. sabrina barbante

    Interessantissimo post! Come faccio a trovare musica a 432hz? la musica ha su di me un impatto emotivo fortissimo e saperlo “orientare” a seconda delle fasi della giornata sarebbe un grande aiuto per la gestione dei miei ritmi circadiani. Grazie

    1. Stefania Gatta

      ciao Sabrina, puoi trovare facilmente la musica a 432 hz su youtube, ci sono molti canali che trattano diversi generi musicali

  21. Gia

    Me ne aveva parlato una persona che ho intervistato per un articolo. Lui produce a ascolta musica a questa frequenza. Interessantissimo

    1. Stefania Gatta

      oh bellissimo, mandami il link della tua intervista

  22. Francesca Maria

    La musica l’ascolto tutto il giorno =)
    Un pò per lavoro (sono una insegnante di fitness) e un pò perchè in casa e in macchina la utilizzo come sottofondo. Ma tutte queste cose non le sapevo .. grazie per le informazioni.

    1. Stefania Gatta

      anch’io lavoro con la musica 🙂

  23. Raffi

    Ma è bellissimo questo post. Non sapevo niente delle frequenze musicali per il nostro benessere. Adesso sto cercando il canale youtube ( come hai suggerito) che trasmette musica alla frequenza giusta. Ho bisogno di star bene in questo periodo e di essere concentrata, e ogni suggerimento è ben accetto.

    1. Stefania Gatta

      ti ringrazio 🙂 su youtube ne trovi tanti, anche di autori conosciuti come Einaudi che credo possano piacerti molto. ti consiglio anche i suoni della natura, sono ottimi per rilassarsi

  24. vagabondele

    Da sempre la musica fa parte della mia vita, c’è stato persino un tempo, una vita fa, che suonavo diversi strumenti e ancora oggi la uso per rilassarmi, per darmi la carica e persino per gestire lo stress accompagnandola allo yoga., e grazie al tuo insegnamento da domani farò molta più attenzione alla frequenza 432!

    1. Stefania Gatta

      se fai yoga la musica a 432 hz è perfetta come frequenza, io la uso con pilates (uso una tecnica molto vicina allo yoga)

  25. Anja

    Io adoro The Doors.
    La looro musica apre veramente le porte della percezione e mi porta nella dimensione dell’immateriale, dello Spirito Unificatore e della Mente Cosmica
    Sai su quali frequenze suoinino?

    1. Stefania Gatta

      ciao Anja, non credo che The Doors usassero una frequenza a 432 hz, però ho trovato su youtube molti loro pezzi convertiti. Riders on the storm, The end e When the music’s over li trovi di sicuro 🙂

  26. Veronica | Lost Wanderer

    Sai che non avevo la minima idea che le frequenze della musica avessero tutto questo impatto sulla nostra mente e sul nostro corpo? Molto interessante leggere questo articolo, cerchero’ di informarmi meglio e capire se riesco a trovare della musica alla frequenza giusta, soprattutto nei periodi in cui ne ho piu’ bisogno.

    1. Stefania Gatta

      su youtube puoi trovarne molta di musica a 432 hz, la maggior parte è elettronica ma ce n’è di tutti i generi

  27. Raffi

    Molto interessante, ma come faccio a trovare CD con la musica a questa frequenza?

    1. Stefania Gatta

      io la trovo su youtube. i cd puoi trovarli nelle librerie tipo la libreria esoterica di Milano (ce ne sono ormai in tutte le città), siti come il Giardino dei libri e Macrolibrarsi ma anche nei negozi tipo Natura Sì hanno un reparto cd

  28. Gia

    me ne ha già parlato un artista che scrive musiche new age, un tipo che vive in maniera naturale e a contatto con l’ambiente….diceva che sentiva vibrazioni positive venir fuori da questa frequenza e che da quando ascoltava solo musica con questa frequenza stava molto bene ed era felice.

    1. Stefania Gatta

      sì infatti. in passato hanno proprio fatto un esperimento facendo ascoltare ad un gruppo di persone lo stesso brano ma con frequenze diverse e quando hanno ascoltato la versione a 432 hz hanno tutti riscontrato quegli effetti. malgrado il brano fosse lo stesso, dicevano addirittura che era il più bello 🙂

Leave a Reply