Neurocosmesi: i cosmetici del buonumore

Neurocosmesi i cosmetici del buonumore

Hai mai sentito parlare di neurocosmesi oppure di cosmetici e make up in grado di cambiarti l’umore?

Pensare che un cosmetico possa dare il buonumore sembra fantascienza o una trovata pubblicitaria, invece no. La neurocosmesi si occupa proprio di questo e molte aziende tra le quali Lancome, Kenzo, Laboratoires Filorga Paris, Elizabeth Arden, Shiseido, Joyderm o la più economica Bottega Verde, hanno presentato neurocosmetici per la skin care quotidiana.

Anche Deborah Group con il suo Gloss Euphoric Shine e OhYeahh!!! (qui trovi la recensione) hanno lip balm e rossetti con sostanze in grado di aumentare il livello di serotonina.

Ma come è possibile che una crema o un prodotto di makeup possano avere qualità antistress, cambiare l’umore e dare felicità?

A chi servono i neurocosmetici

Neurocosmesi cos’è e come agisce?

Già alle elementari abbiamo imparato che la pelle è l’organo più grande del corpo umano. Cute e sistema nervoso sono un unica entità, pelle e cervello sono quindi in comunicazione e si influenzano reciprocamente grazie ai peptidi, o neuropeptidi, che fungono da messaggeri.

La ricerca neurocosmetica si è concentrata quindi sull’ottenimento di sostanze in grado di agire sul sistema di neuro regolazione a livello della pelle.

Applicando un prodotto neurocosmetico sulla pelle, si va quindi a stimolare il sistema nervoso della stessa ottenendo diverse risposte. Per farti un esempio pratico, avrai provato senz’altro prodotti ad effetto caldo o freddo. Il mentolo sollecitando i ricettori del freddo, dà la sensazione di gelo.

Anche i profumi hanno molta importanza, tra neurocosmesi e aromaterapia infatti non c’è molta differenza. Entrambi utilizzano oli essenziali e anche alcuni peptidi, la sostanziale differenza è che con l’aromaterapia si ottiene il risultato solo attraverso l’olfatto.

Neurocosmesi cos'è e come agisce

La peculiarità dei neurocosmetici

Per creare un buon neurocosmetico bisogna avere un ottima conoscenza della connessione pelle-cervello in modo da scegliere le sostanze giuste e avere quindi un prodotto che, oltre alle funzioni cosmetiche, sia in grado di trasmettere anche sensazioni specifiche. Al prodotto poi andranno aggiunti texturizzanti in grado di conferire una maggiore capacità comunicativa, oltre alla fragranza anche il colore e la sensazione tattile hanno importanza.

La piacevolezza dei neurocosmetici è fondamentale per avere un’esperienza di gioia già durante l’applicazione. E’ un momento di relax quotidiano, un esperienza multi sensoriale. Già dopo le prime applicazioni, si potranno notare evidenti cambiamenti della pelle che sarà più liscia e luminosa. Questo è il risultato che promettono tutte le creme viso, la differenza però è che un neurocosmetico va a “lavorare” sulle tensioni che creano inestetismi, segni di espressione e colorito spento.

neurocosmesi creme anti rughe

A chi servono i neurocosmetici?

I neurocosmetici non sono pensati per un unica tipologia di persone, tutti a prescindere dall’età possono utilizzare questi prodotti, anche i bambini. Considerando che il dialogo pelle-cervello non è a senso unico, si è notato che stress, stanchezza e vita frenetica velocizzano l’invecchiamento epidermico.

Come sei dentro, così sei fuori.

Avrai di certo notato anche tu che nei periodi stressanti, quando sei triste o nervosa la pelle ne risente. Ugualmente avrai notato che quando sei felice la pelle appare più luminosa e distesa.

Un neurocosmetico mettendo in circolo la serotonina, l’ormone del buonumore, servirà a bilanciare gli effetti sulla pelle.

La serotonina ha effetti anche su:

  • mal di testa
  • agitazione
  • qualità del sonno
  • fame nervosa
  • ansia
rossetto serotonina

Dove acquistare i neurocosmetici

Molti brand hanno inserito neurocosmetici fra le loro linee, alcuni li ho elencate più sopra ma ce ne sono altri che potrai scoprire nei negozi. In profumeria troverai senz’altro maggiori referenze nelle creme anti age, un neurocosmetico ha infatti la capacità di distendere i tratti rendendo rughe e segni di espressione meno evidenti. Se si interessata ai prodotti biologici e naturali, allora potrai trovare il neurocosmetico adatto a te in erboristeria.

Prova a dare un’occhiata anche nei centri estetici della tua città, alcuni offrono trattamenti sia viso che corpo con creme di questo tipo e rivendono i prodotti che utilizzano in istituto.

Last Updated on

11 pensieri su “Neurocosmesi: i cosmetici del buonumore”

  1. Non avevo mai sentito parlare di neurocosmetici ma sono da sempre convinta che mente e spirito non siano separati. Quindi necessariamente credo che anche la cosmesi influenzi i neuro-trasmettitori.

    1. mente e corpo non sono separati. la neurocosmesi sta cominciando a prendere piede, se ne sente parlare sempre più spesso soprattutto nei centri estetici. ho visto già molti tipi di trattamenti e massaggi particolari che mi piacerebbe molto provare

  2. Non sapevo nulla della neurocosmesi, ma pensandoci bene, hai ragione, come siamo dentro, così siamo fuori. Quando sono in vacanza per esempio, mi sono sentita dire più di una volta che sono diversa, più bella. Anche i capelli ci dicono come stiamo. La prima volta che mi recherò in farmacia chiederò che prodotti hanno di questo genere. Sono sinceramente interessata. Grazie mille per questo articolo illuminante…in tutti i sensi!

  3. sicuramente se stai bene fisicamente e mentalmente insieme pensiamo anche positivo…tutto è collegato e tutto, se positivo e bello rende le nostre giornate migliori!

  4. Fantastico, non conoscevo questi prodotti, quindi se cerco in profumeria i prodotti di neurocosmesi, la crema ha un effetto migliore? Li provo subito!

  5. Ammetto che non conoscevo assolutamente la neurocosmesi! Certo io mi sento sempre meglio quando la mattina appena alzata seguo il mio iter di “bellezza”. Scoprire la neurocosmesi però mi ha davvero entusiasmata. Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.